Spencer ~

un film di Pablo Larraín.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 3-Stelle.png

Per la sua ricostruzione immaginaria, una favola da una tragedia vera, come recita l’inizio, del personaggio Lady Diana, il regista cileno, che torna al biopic di un grande personaggio femminile dopo Jackie, decide di concentrarsi sui giorni di vacanza natalizia a Sandringham con la famiglia reale in cui lei matura la decisione, solo fatta intuire, di divorziare per il tradimento di Carlo.

Non viene nascosto nulla (la bulimia, la depressione, l’autolesionismo), ma inquadrati nello spirito di ribellione alle ipocrisie e ai rituali immutabili della Ditta (la chiamano così…) di una donna oltre che madre amorevole che non vuole fare la fine di Anna Bolena, sacrificata alla ragione di Stato.

Forse qualche sequenza onirica di troppo, il fantasma di Anna Bolena un po’ troppo presente, un certo eccesso di simbolismi, ma anche una scelta notevole che con un approccio minimalista in realtà spiega molto, approfondisce la storia e il personaggio senza dire molto, e una freddezza caratteristica del regista qui fortunatamente più sfumata del solito.

Quanto alla Stewart, personalmente la avevo rivalutata con Seberg, ma qui mi rimane qualche perplessità: non potendo contare sulla somiglianza fisica con una icona bene presente nella mente di tutti gioca sulle acconciature, sui vestiti (che qui rivestono un grande ruolo anche simbolico, vedi il cappotto dello spaventapasseri che rappresenta infanzia e radici, sostituito dal vestito di gala abbandonato…) e soprattutto con sguardi e movimenti, compiendo sicuramente un grandissimo lavoro, ma con questi ultimi a volte sembra esagerare e cadere in un certo macchiettismo, ma affrontare un simile personaggio non era cosa facile e tutto sommato se l’è cavata con una abbondante sufficienza (o forse siamo noi che avremmo voluto che il finale del film fosse il finale della storia…).


Una favola da una tragedia vera …


Titolo originale: Spencer (Spencer, 2021)

Paese di produzione: Cile, Germania, Regno Unito

Principali interpreti: Kristen Stewart (Diana Spencer), Timothy Spall (Maggiore Alistar Gregory), Sean Harris (Darren), Sally Hawkins (Maggie), Amy Manson (Anna Bolena)

mymovies.it

“Larraín firma un film freddo come la morte e come la sua protagonista”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.