Happening – 12 settimane ~

un film di Audrey Diwan.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 3-Stelle.png

Una studentessa di famiglia modesta e che vive in un collegio ed è prossima alla maturità ha un rapporto, uno solo e rimane incinta: un “avvenimento”, oggi ancora un problema serio se una donna non è in grado, non può o non vuole portare avanti la gravidanza, ma un dramma nel 1963 in Francia, con l’aborto e persino la contraccezione illegali, con lo stigma sociale, i rischi di salute o prigione, l’isolamento totale, la disperata ricerca di aiuto che si scontra persino con il fanatismo di medici che la ingannano prescrivendo farmaci che aiutano la gravidanza mentre affermano il contrario…

E’ un film molto corporeo, tutto incentrato sul viso e sul corpo della bravissima giovane protagonista, per seguirla nella sua via crucis fatta di maldestri tentativi domestici, pericolosi interventi di “mammane”, mentre il corpo cambia. E della cruda e corporea verità di questo dramma nulla viene risparmiato allo spettatore, proprio a sottolineare che al di là delle posizioni ideologiche si tratta pur sempre di un qualcosa di tragico vissuto nel corpo e nell’anima delle donne, e bisognerebbe avere il pudore e il rispetto di pensare a questo prima di sentenziare, soprattutto se si è uomini.

Film duro, sconvolgente, un pugno nello stomaco che farà discutere… ma anche questa è la funzione del cinema, e per capire come in realtà non siano problemi del passato basterebbe pensare ai giorni nostri, a molti paesi del mondo, anche della progredita Europa (vedi il caso Polonia…), ai medici obiettori “di comodo” in Italia nelle strutture pubbliche che poi vanno in clinica privata, al poco o nessun aiuto per le donne anche per il lavoro per cui ancora la gravidanza può essere, come dice la protagonista, quella malattia che viene solo alle donne e le trasforma in casalinghe.

E ripeto ancora, un plauso alla bravura di Anamaria Vartolomei, che porta da sola (e la solitudine della protagonista è un elemento fortissimo) sul suo viso e corpo tutto il peso del film, e che tra i tanti scandali non farebbe certo scandalo a portarsi a casa una coppa volpi (e dopo la Kirby, partoriente domestica che perde il figlio premiata l’anno scorso sarebbe una curiosa accoppiata).


Un film duro, sconvolgente, un pugno nello stomaco che farà discutere…


Titolo originale: Happening – 12 settimane (L’evènement, 2021)

Paese di produzione: Francia

Principali interpreti: Pio Marmaï (), Sandrine Bonnaire (), Kacey Mottet Klein (), Anamaria Vartolomei (Anne)

mymovies.it

“Un film amaro e limpido secco come uno schiaffo, da cui è impossibile uscire indenni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.