~ Panama Papers ~

un film di Steven Soderbergh.

Con The Laundromat Steven Soderbergh racconta a suo modo la famosa vicenda dello scandalo dei Panama Papers dello Studio Mossack Fonseca, con grande mestiere e grandi interpreti, prima fra tutte la sempre superlativa Meryl Streep, qui protagonista con sorpresona finale… solo che il film è, si sarebbe detto una volta, televisivo, cosa che non affligge un’altra opera in concorso sempre prodotta da Netflix come Marriage Story. Un compitino a episodi per raccontare coi toni della commedia questa torbida vicenda di malaffare, corruzione, elusione fiscale, paradisi fiscali, delitti e inganni con l’intento, apprezzabile, non solo di far conoscere quanto accaduto ma anche di dimostrare i riflessi che questo sistema corrotto ha e può avere sulla vita di ogni cittadino, per spingere a chiedere un cambiamento, ma appunto un compitino, e l’espediente di far raccontare in prima persona e rompendo la quarta parete ai protagonisti è stata già usata e con ben altri esiti da Michael Lewis in The Big Short – La grande scommessa e sa di già visto… e Gary Oldman e Antonio Banderas come Mossack e Fonseca gigioneggiano decisamente troppo…

Sig.ra Gu

“Un accumulo di denaro così ingente può diventare una malattia mortale”

Una serata di onesto intrattenimento ma le aspettative erano molto più alte


Titolo originale: The Laundromat  (Panama Papers, 2019)

Paese di produzione: Usa

Principali interpreti: Meryl Streep (Ellen Martin), Gary Oldman (Jürgen Mossack), Antonio Banderas (Ramón Fonseca), Jeffrey Wright (Malchus Irvin Boncamper), James Cromwell (Joe Martin), Sharon Stone (Hannah)


Ramón Fonseca

“La verità è che, nella maggior parte dei giochi, perché qualcuno vinca… qualcun altro deve perdere”