~ Ad Astra ~

un film di James Gray.

Con Ad Astra mi trovo un po’ in imbarazzo: il regista James Gray è stato così carino dal venirci a trovare in Palabiennale alla 76°Mostra del Cinema di Venezia, precisando che il pubblico non formale ma reale è il cinema, e che per lui cinema è discuterne, amato o odiato che sia un film, e rievocando l’invito ricevuto tanto tempo fa in laguna da Gillo Pontecorvo (scusate se è poco…). Insomma, come faccio a parlare male del suo film, oltretutto girato magistralmente anche dal punto di vista dell’accuratezza scientifica (a parte uno svarione sull’essere stato un personaggio il primo essere umano su Giove e su Saturno, i due giganti gassosi del nostro Sistema Solare e quindi privi di superficie terrena…) Ma niente questa storia di fantascienza su un astronauta chiamato a collaborare alla ricerca di suo padre, venerato pioniere scomparso mentre inseguiva la sua ossessione di cercare vita intelligente nello spazio e che si teme possa avere messo a rischio la vita della Terra con i suoi esperimenti… non decolla. Troppo già visto, tra Atmosfera Zero, Solaris, 2001: Odissea nello spazio, Gravity, Interstellar, Sunshine e Event Horizon ma soprattutto Apocalypse Now. Troppa lentezza e verbosità (anche se le scene di azione ci sono e sono forti) e tutto troppo one man show di Brad Pitt, visto che i comprimari di lusso come Donald Sutherland, Tommy Lee Jones, Liv Tyler e  Ruth Negga sono figure di solo sfondo, e Brad qui soliloquia mentalmente tanto ma è espressivo poco… e il tutto per dire cosa? Che scoprire le cose é anche scoprire che non c’è nulla? Che le colpe dei padri ricadono sui figli che le devono espiare? Che l’importante non è da cercare lontano ma assai più vicino, nei contatti con gli altri esseri umani? Poco convincente o poco chiaro… e verrebbe da dire che quello che mi fa pensare più che altro è che prima di cercare intelligenze altrove bisognerebbe indagare se c’è intelligenza sul nostro di pianeta perchè a me pare che spesso latiti…

maggiore Roy McBride

“Tutte le nostre aspettative sui viaggi spaziali cancellate da chioschi di bibite e venditori di t-shirt. Hanno creato quello da cui stavamo scappando sulla Terra. Siamo divoratori di mondi. Se mio padre vedesse tutto questo ora… distruggerebbe tutto”

Per aspera… Ad asperrima


Titolo originale: Ad Astra  (Ad Astra, 2019)

Paese di produzione: Brasile, Cina, Usa

Principali interpreti: Brad Pitt (maggiore Roy McBride), Tommy Lee Jones (H.Clifford McBride), Ruth Negga (Helen Lantos), Liv Tyler (Eve Mcbride), Donald Sutherland (colonnello Thomas Pruitt), John Ortiz (generale Rivas)


H.Clifford McBride

“Certe volte la volontà umana deve superare l’impossibile!”