(1980 - 1989) - Il cinema anni '803.5 Stelle - AvvincenteHorrorThriller

Christine – La macchina infernale

~ Christine – La macchina infernale ~

un film di John Carpenter.


Nasce a Detroit, su una catena di montaggio di un’azienda automobilistica. Ma non è la solita macchina. Dentro il suo telaio c’è il diavolo incarnato Lei è Christine, una Plymouth Fury rossa e bianca del’58… una fredda e insaziabile furia vendicatrice che distrugge tutto e chiunque ostacoli il suo cammino. Seduce il diciassettenne Arnie Cunningham che si innamora follemente del suo corpo liscio e arrotondato al cromo. Lei pretende la sua più assoluta e indiscussa devozione. Chiunque si intromette nel loro rapporto diventa automaticamente vittima dell’ira incontrollata di Christine.


L’uomo, la macchina e il legame che unisce anima e motore. L’oggetto a quattro ruote che manifesta il nostro status symbol da inizio Novecento é il protagonista di questa riproposizione del best sellers di Stephen King edito nel 1978. Nonostante sia risultato un fiasco ai botteghini, con questo terrificante thriller John Carpenter trasformò efficacemente in realtà il romanzo, confermando la duttilità dello scrittore del Maine quale blockbuster non solo per l’editoria, ma anche per il grande schermo. Sul percorso di crescita di uomo Renato Zero nel testo di “Un uomo da bruciare” cantava: “La sicurezza é un’auto, qualcosa da invidiare”. Qui a bruciare é proprio il veicolo e le vittime che l’automobile lascia dietro la sua triste scia di morte.

Arnie Cunningham: “Ti dirò qualcosa sull’amore, Dennis: ha un appetito insaziabile, si divora tutto , famiglia, amicizia… non hai idea di quanto sia vorace. Ma ti dirò un’altra cosa: basta nutrirlo, e può essere stupendo”

Come se provasse sentimenti, la fiammante vettura protagonista del film prende vita e risorge dalle sue stesse lamiere contorte nel tempo, di proprietario in proprietario, plasmandone come in simbiosi aspetti e caratteri e portando all’estremo un rapporto d’amore manifestando tutte le debolezze insite nell’animo umano: amore, follia, opportunismo, cattiveria, invidia e odio. Interpretazioni mediocri accompagnate da un pessimo doppiaggio italiano non guastano l’atmosfera da college americano. Gli episodi più coinvolgenti del film, sono quelli in cui l’auto procede ai propri atti vendicativi, nonché le sequenze in cui si autoripara, uno spettacolo di puro intrattenimento visivo frutto di effetti speciali oggi del tutto superati, ma efficacissimi all’epoca.


Una femme fatale di lamiere che uccide a tempo di rock’n’roll


Titolo originale: Christine (Christine – La macchina infernale, 1983)

Paese di produzione: Usa

Principali interpreti: Keith Gordon (Arnie Cunningham), John Stockwell (Dennis Guilder), Alexandra Paul (Leigh Cabot), Robert Prosky (Will Darnell), Roberts Blossom (George LeBay)


Arnie Cunningham: “Se hai chi crede in te puoi fare tutto. Ti senti il più forte del mondo, dell’universo… e quando credi anche tu in qualcuno, che stiano attenti tutti perchè nessuno può fermarti, nessuno!”

Dennis Guilder: “E tu questo lo provi per Leigh?”

Arnie Cunningham: “Cosa? Cazzo no! Sto parlando di Christine mio caro, nessuna stronza può mettersi tra me e Christine!”